Matteo Renzi aveva preso un impegno sul reato di tortura, poi dimenticato? Come ministro ho già auspicato una rapida approvazione della legge. E dopo la scelta del patteggiamento su Bolzaneto  sarebbe ridicolo uno stop”. Così ha replicato, ai microfoni de IlFattoquotidiano.it, il Guardasigilli e candidato alla segreteria Pd Andrea Orlando, a margine di un’iniziativa sui 60 anni dell’Arci. Sulla necessità di un voto di fiducia, però, Andrea Orlando tentenna. Anzi, è convinto non sia nemmeno necessaria: “Sarebbe un segnale? Non posso valutare da solo, ma si può approvare anche senza la fiducia”. Al contrario, è l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, leader di Campo Progressista a chiederla: “Dato che ormai si va avanti a colpi di fiducia, sarebbe importante metterla anche su questo provvedimento. Un atto dovuto, di civiltà”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siria, Tajani: “Armi chimiche inaccettabili. Ecco perché ho detto no a evento con ministro siriano”

next
Articolo Successivo

M5s, il programma dell’evento di Ivrea: si discute di classe dirigente, sognando “il governo dei migliori”

next