La polizia di Manchester ha aperto un’indagine dopo la diffusione di un video che immortala un ciclista mentre distrugge il parabrezza di un’auto con la propria bici. L’incidente è avvenuto al culmine di una lite ad un semaforo lungo Hathersage Road. Al volante della macchina c’era Tracey leng, 50, in compagnia del marito con il quale si stava dirigendo al ‘Manchester Royal Infirmary hospital’ per far visita alla mamma malata. Secondo il folle, la donna avrebbe invaso la pista ciclabile con la sua Skoda Octavia, ma lei nega di averlo fatto. Dopo le accuse dell’uomo c’è stato un breve scambio di battute al termine del quale, dopo alcuni momenti di esitazione, il ciclista avrebbe spaccato il vetro frontale dell’auto di Leng, lanciandogli contro la bicicletta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Guerrilla reading” sul tram di Milano: “Letture ad alta voce per risvegliare i passeggeri rapiti dagli smartphone”

prev
Articolo Successivo

Incidente stradale, il motociclista tampona l’auto. Lieto fine grazie all’acrobazia tutta da ridere

next