Il caso Minzolini e i voti (e le assenze) del Partito Democratico, risultati decisive per il voto che ha salvato il senatore di Forza Italia dalla decadenza, dopo la condanna in terzo grado per peculato, tengono ancora banco all’interno del dibattito tra i dem. Marco Meloni, deputato da sempre vicino all’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta, dopo aver commentato su Twitter il voto pro Minzolini come “un grande regalo al M5S per il quale provo sinceramente vergogna”, al congresso di ‘Futurdem‘ afferma: “Se il Parlamento decide di poter non applicare una legge per un suo componete, poi la politica e le istituzioni fanno fatica a spiegare ai cittadini che devono rispettare le leggi”. Meloni si sofferma poi sulle scene da stadio al momento del voto che ha salvato il senatore Minzolini dalla decadenza: “Credo che moltissimi italiani e moltissimi ‘democratici’ abbiano percepito uno sconcerto assoluto. Non c’era nulla da esultare”. Per la segreteria del partito, Meloni sostiene il ministro della Giustizia Andrea Orlando, che intervenendo a Roma all’Assemblea Nazionale di ‘Campo Democratico‘ guidato da Gofffedo Bettini e Sandro Gozi, alla proposta che emerge dall’interno del suo partito di modificare la legge Severino risponde: “Per ragioni istituzionali non commento questa vicenda”. Ma è stato un errore quel voto su Minzolini? Stessa risposta, ripetuta per tre volte

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Expo, il Tar della Lombardia dà ragione a M5s sull’accesso agli atti di Arexpo

next
Articolo Successivo

Movimento 5 Stelle, uno vale Uno?

next