“Non ho molto capito la mossa di Mdp che dice di sospendere le deleghe, un fatto molto originale, non so cosa ne pensi il Presidente della Repubblica”. Lo ha detto il leader di Possibile, Pippo Civati, alla vigilia del voto al Senato sulla mozione di sfiducia del ministro dello Sport Luca Lotti, presentata dal Movimento 5 stelle. “Si esce dal Pd  – ha aggiunto Civati – sulla base di ragioni politiche legate al congresso e però si continua a votare il governo Gentiloni, anzi gli scissionisti dell’ultima ora sono anche i protettori del governo Gentiloni“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Emiliano: “Sgarbi? Non esiste, è solo uno stress-test per partecipanti a show televisivi”

prev
Articolo Successivo

Consip, la sfiducia al ministro Lotti. Da Mancuso a Boschi: storia della mozione “inventata” per Andreotti (e Sindona)

next