“Siamo con voi. Per noi il trasporto pubblico non di linea è fondamentale, il biglietto da visita della città. E deve essere regolamentato in modo chiaro“. Mentre i tassisti stanno paralizzando il centro di Roma,  protestando contro il decreto Milleproroghe in discussione alla Camera, il sindaco di Roma Virginia Raggi si è fermata, tra piazza Venezia e via dei Fori imperiali, per incontrare alcuni rappresentanti dei lavoratori in sciopero. Per poi sposare le loro ragioni. “Qualsiasi riforma deve passare per la concertazione. Non può essere calata dall’alto. I parlamentari M5S stanno preparando a questo scopo alcune controproposte rispetto all’emendamento Lanzillotta. Bisogna sentire le categorie e anche le amministrazioni locali che dovranno gestire questo nuovo quadro”, ha rivendicato il sindaco. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Pd, l’ultimo atto delle scissioni a sinistra. La mappa: da “Campo progressista” alla galassia dei nostalgici comunisti

next
Articolo Successivo

Renzi: “Minoranza ha diritto di sconfiggermi, non di eliminarmi”. Poi dice: “Non sarò in direzione, vado negli Usa”

next