“Non mi permetterai mai di dare un consiglio al sindaco, perché non è il mio lavoro. Ma una cosa la voglio dire: chi sta in comune deve fare presto”. Così l’attore romano Carlo Verdone commenta ai microfoni di Tagadà, trasmissione in onda su La7, le vicende che in questi giorni hanno visto al centro delle cronache la sindaca della capitale, Virginia Raggi, e la sua giunta. Prima delle elezioni Verdone aveva detto di “tifare per lei”. Oggi però sospira e alza le spalle guardando la sua città. “Guardo ad esempio il mio quartiere, ogni dieci metri c’è una buca assassina. Mi fa molto male. Prima si parte e meglio è. Sono passati troppi mesi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Toscana, guerra tra Pd e M5s: questa a volta a colpi di redditi minimi per i poveri. “Ci copiate”, “No, voi siete demagogici”

next
Articolo Successivo

Trieste, il sindaco Dipiazza fa il saluto romano in diretta: “A noi”

next