Un’altra esplosione con incendio alla raffineria Eni di Sannazzaro, a poco più di due mesi dal grave incidente che il 1 dicembre scorso ha devastato l’impianto Est. Il rogo è già stato domato e non ci sono feriti. È avvenuto questa mattina poco prima delle 8,40, quando uno scoppio ha svegliato mezzo paese. L’area interessata è l’Isola 7, nella parte vecchia della raffineria, un impianto che lavora greggio. L’incendio è stato domato dai vigili del fuoco del servizio interno. Sul posto è arrivata anche una squadra dal comando provinciale di Pavia, ma solo per precauzione. Non è scattato alcun allarme esterno e i danni sembrano contenuti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pavia, incendio nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi

next
Articolo Successivo

Manifesti contro papa Francesco: un attacco preciso, brutale e ben pianificato. Sbaglia chi minimizza

next