Un’altra esplosione con incendio alla raffineria Eni di Sannazzaro, a poco più di due mesi dal grave incidente che il 1 dicembre scorso ha devastato l’impianto Est. Il rogo è già stato domato e non ci sono feriti. È avvenuto questa mattina poco prima delle 8,40, quando uno scoppio ha svegliato mezzo paese. L’area interessata è l’Isola 7, nella parte vecchia della raffineria, un impianto che lavora greggio. L’incendio è stato domato dai vigili del fuoco del servizio interno. Sul posto è arrivata anche una squadra dal comando provinciale di Pavia, ma solo per precauzione. Non è scattato alcun allarme esterno e i danni sembrano contenuti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pavia, incendio nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi

prev
Articolo Successivo

Manifesti contro papa Francesco: un attacco preciso, brutale e ben pianificato. Sbaglia chi minimizza

next