Il regista Michael Moore ha registrato questo video e lo ha pubblicato sulla sua pagina Facebook in diretta, ed è entrato nella Trump Tower per cercare di parlare con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ma gli agenti dei servizi segreti lo hanno bloccato prima che fosse entrato nei suoi uffici. A questo punto, il regista ha preso un foglio di carta ed ha scritto: “Mr. Trump sono qui, voglio parlare con te”, e lo ha consegnato al portiere del palazzo, durante la protesta che ha avuto luogo sotto il grattacielo dell’imprenditore. Moore ha firmato insieme a centinaia di altri artisti e musicisti un manifesto dal titolo ‘Uniti contro l’odio‘ per evitare che Donald Trump raggiungesse la Casa Bianca

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Donald Trump presidente, quarta notte di proteste negli Usa. Il tycoon incontra Farage. Moore entra nella Trump Tower: “Voglio parlarti”

prev
Articolo Successivo

Elezioni Usa 2016, università dello Utah: “Ecco perché per Donald Trump c’è il rischio di impeachment”

next