Iniziato lo sgombero della Giunga di Calais, il campo profughi più grande d’Europa. Già evacuati 1700 migranti che verranno distribuiti in vari centri accoglienza in tutta la Francia. Secondo le Ong attive nel campo, sono circa 2000 i migranti che si rifiutano di partire per non dover rinunciare al loro sogno di raggiungere l’Inghilterra dove molti di loro hanno famiglia. Alcuni vivono nella Giungla da oltre un anno e promettono di ricostruirla non appena le autorità francesi avranno finito di smantellarla

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siria, da rivolta a guerra internazionale. La speranza nei caschi bianchi

next
Articolo Successivo

Dalai Lama a Milano, la protesta sorridente che la Cina teme

next