Questa notte un centinaio di lavoratori ha scioperato di fronte ai cancelli del al Centro agroalimentare di Torino (Caat) bloccando l’accesso ai camion per oltre quattro ore. Il presidio è stato sgomberato dalle forze dell’ordine che hanno usato gas lacrimogeni. “Da anni lottiamo contro le false cooperative che operano in questo mercato all’ingrosso che è uno dei più grandi d’Europa – denunciano i rappresentanti dei Cobas – per migliorare le condizioni di lavoro che diventano sempre peggiori” di Simone Bauducco

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Foodora, le promoter cacciate via WhatsApp: “Licenziate al telefono per aver partecipato a un incontro pubblico”

next
Articolo Successivo

Sciopero generale, street parade a Roma-San Lorenzo. “Nelle vie della movida denunciamo la precarietà”

next