“Il presidente del Consiglio è nella posizione di poter far entrar nella discussione sul referendum Costituzionale una serie di slogan”. Il professor Stefano Rodotà spiega che il suo No “non è contro il governo, ma sull’ipotesi di modifica del terreno comune: quello costituzionale”. Poi sui faccia a faccia televisivi, sul tema referendario, Rodotà afferma che: “Zagrebelsky non ha sbagliato a confrontarsi con Renzi, la democrazia è fatta di dialogo“. Disponibile ad un confronto con Renzi? “Io non ho mai rifiutato il confronto” risponde Rodotà ai giornalisti, a margine del convegno organizzato da Massimo D’Alema e Gaetano Qualiariello a Roma, contro la Riforma Boschi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum costituzionale, benvenuti nella post-democrazia del Sì

next
Articolo Successivo

Referendum, Vittorio Feltri: “La nostra Costituzione? Meglio i 10 comandamenti. Anzi, facciamo nove…”

next