Vis-à-vis al calor bianco, durante L’Aria che Tira (La7), tra il deputato Pd, Gennaro Migliore, e il giornalista Luca Telese. Quest’ultimo ricorda al parlamentare la sua differente posizione iniziale sull’Italicum, criticata con toni forti con un tweet del 12 marzo 2014 (“Quello che viene chiamato Italicum ha lo stesso orrendo odore del Porcellum, che arriverà a impestilenzire tutto il Paese”). Migliore ribatte che la legge elettorale nel frattempo è cambiata e come tale, l’approva. Poi se la prende con il pubblico, che applaude Telese, e accusa il giornalista: “E’ inutile che battete le mani per uno che mente sapendo di mentire. Luca, è inutile che fai come i grillini che fanno gli stalker. Ti chiamerò Luca Tze-Tze“. Il duello tra i due contendenti va avanti per alcuni minuti e riesplode quando Migliore critica Bersani, favorevole al No per il referendum: “Io ho cambiato idea sull’Italicum, perché è cambiato. Bersani, invece, ha votato Sì tre volte a questa legge e oggi dice che vota No. Bisogna avere una coerenza di comportamento

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Migranti, Giacalone (Il Giornale) vs Sansa (Il Fatto): “No a pietismo, clandestini vanno buttati fuori”. “Che brutta espressione”

prev
Articolo Successivo

Pd, lapsus di Nardella: “Con Italicum sapremo il giorno prima chi vince elezioni”. E litiga con De Angelis

next