Ivan Zaytsev è il pallavolista italiano che sta facendo impazzire fan e non, sui social dopo la sua battuta da record ai Giochi Olimpici di Rio. Il ragazzo di 27 anni, soprannominato lo “Zar” o “Ivan il Terribile”, durante la partita contro l’Iran ha eguagliato il record di velocità olimpico al servizio: 127 km/h. Un gesto che l’ha fatto subito diventare un eroe sui social e sui giornali. Ma lo Zar non si è fermato e ha sorpreso ancora: durante la partita Italia – Stati Uniti ha sparato un colpo di precisione a 122 km/h, rimasto all’interno del campo per pochi centimetri. Gli azzurri hanno sconfitto gli statunitensi e hanno conquistato la finale di domani contro il Brasile.

Le prodezze del figlio d’arte della pallavolo – suo padre è stato oro olimpico per la nazionale sovietica a Mosca 1980 –  hanno fatto il giro del web. Gli utenti si son divertiti a trasformare il pallavolista in supereroi come Thor o paragonando le sue battute a quelle di Mila e Shiro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rio 2016, è l’ora della pallanuoto: Italia unico paese ad avere entrambe le nazionali in semifinale

prev
Articolo Successivo

Olimpiadi Rio 2016, poche risorse e scarsa visibilità: ecco perché la scherma azzurra è crollata dopo due decenni di trionfi

next