Elisa e Nicola, 39 anni lei , 42 lui. Da sette anni insieme e una vita vissuta tra la Sicilia e Bologna. Fin quando il lavoro è mancato e piano piano si sono sgretolate tutte le certezze. Promesse non mantenute, e in pochi istanti si ritrovano alla stazione di Bergamo, oggi la loro casa. Espongono un cartello: “Siamo una coppia italiana che ha perso lavoro e casa, saremmo grati a chi possa offrirci un lavoro e un alloggio”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il ritorno del Settebello: avviato il restauro del treno di lusso. Fu un vanto del made in Italy a partire dagli anni ’50

next
Articolo Successivo

Abetone, il sindaco che vuole un bus per studenti vietato ai migranti: “Non sono razzista, ma 54 sono troppi”

next