Un ragazzo di 20 anni è stato colpito con una pistola taser e arrestato per essersi rifiutato di lasciare il parco di sera dove si era trattenuto con decine di persone per giocare al Pokemon Go. Gli agenti di Tampa in Florida (Usa) sono stati chiamati alle 22:30 di ieri, a Ballast Point Park dopo le denunce di numerosi abitanti della zona. All’arrivo della polizia circa 150 persone erano intente a giocare, nonostante non si potesse entrare nel parco a quell’ora. Gli agenti hanno invitati i presenti a lasciare la zona, tranne uno, in seguito identificato come David T. Mastrototaro -Baermude. Più volte gli è stato chiesto di abbandonare la zona, dopo le proteste dei residenti per gli schiamazzi e violazione di alcuni spazi privati, rifiutandosi sistematicamente. L’agente è intervenuto sparandogli col taser arrestandolo per violazione di domicilio (video tratto da Instagram)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attacco Monaco, le vittime: il ragazzo che ha salvato la sorella, il giovane al bar per un drink, le due amiche 14enni

next
Articolo Successivo

Afghanistan, attentato kamikaze a Kabul: 80 morti e 231 feriti. Isis rivendica

next