Dall’errore “madornale” di Angela Merkel – che ha accolto i migranti in Germania – fino a Silvio Berlusconi che, come lui, è un “uomo ricco prestato alla politica”. La prima cosa che farebbe da presidente degli Stati Uniti? Rinegoziare gli accordi commerciali con la Cina, perché “stiamo perdendo miliardi e miliardi di dollari”. Donald Trump, in un’intervista di Alan Friedman per il Sunday Times pubblicata sul Corriere della Sera, parla delle presidenziali americane e della rivale Hillary Clinton, ma anche di politica internazionale, a partire dai rapporti con Pechino, Mosca e di un possibile dialogo con il leader nordcoreano Kim Jong-un.

Un colloquio a tutto campo, dove trova spazio anche la polemica sull’incontro con Matteo SalviniIl leader della Lega aveva diffuso una foto in cui posava insieme a Trump dopo un comizio a Filadelfia, ma il tycoon ha dichiarato di non aver mai voluto incontrarlo. “Non ricordo –  dice il magnate al Corriere -. Io faccio ogni settimana migliaia di foto ai comizi, con migliaia di persone”. Poi smentisce di aver augurato al leader della Lega di diventare premier. “Forse ho detto ‘Good Luck‘ a questo signore, ma io faccio migliaia di foto ogni settimana”.

Parlando di politica internazionale, Trump spiega: “Non avrei assolutamente alcun problema a invitare Vladimir Putin a Washington. Credo che sarebbe molto utile se ci coordinassimo” per battere l’Isis. “La Russia – prosegue – è una potenza. Credo che uno sforzo coordinato sarebbe una cosa positiva, non negativa”, aggiungendo che questo “vuol dire che, come minimo, i Paesi che si trovano in quella regione dovrebbero mettere truppe sul terreno”. E alla domanda se lui stesso invierebbe truppe americane di terra, Trump risponde laconico: “Mi piacerebbe vedere altri inviare truppe di terra per primi, perché ne subiscono le conseguenze più di noi”. Non un ‘no’ il suo, ma “un vedremo”. Trump è convinto inoltre che il coordinamento Usa con la Russia e con altri “sia un fattore positivo, non negativo”. “Dobbiamo battere l’Isis – ha ricordato – a maggior ragione con quello che sta succedendo ora, con quello che riescono a fare attraverso Internet, reclutando persone che, in molti casi, sono male informate, sciocche, stupide, giovani e chissà cos’altro. Così tante persone si stanno affiliando all’Isis. Usano il web meglio di noi”. Trump ribadisce inoltre di volere invitare Kim Jong-un per un colloquio a Washington, proposta che aveva già suscitato molte polemiche. “Non c’è nulla di male nel parlare e non ci si perde nulla”.

Netta la sua posizione anche sulla moneta unica. “Non ho amato l’idea dell’euro fin dall’inizio del progetto, e non inizia a piacermi ora. Credo che renda le cose più complicate”, continua il candidato repubblicano alla Casa Bianca. Commentando il quantitative easing della Bce, “francamente nessuno sa se funzionerà o meno – ha detto -. Potrebbe anche funzionare nel breve periodo, ma nel lungo termine potrebbe rivelarsi molto dannoso”. Guardando all’Italia e al paragone con Berlusconi, “non lo conosco personalmente ma so esattamente chi è e cosa ha fatto. Siamo due uomini ricchi prestati alla politica”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Racconti dal Nepal, dalla lotta armata alla Costituzione democratica

prev
Articolo Successivo

Turchia, ong: “Guardie di confine sparano contro i profughi: 11 morti, 4 sono bambini”

next