Apre oggi, venerdì 17 giugno, alle 17 la “cittadella” di Radio Popolare che ospiterà la tre giorni di “All you need is Pop”, festa per celebrare i 40 anni della storica emittente della sinistra milanese. L’appuntamento è a all’Ex Ospedale psichiatrico Paolo Pini di Via Ippocrate 45 a Milano. Fino a domenica 19 giugno, nel parco dell’ex manicomio cittadino si alterneranno dibattiti, musica, spettacolo e gastronomia. Popolare anche il biglietto d’ingresso, a 5 euro, che concorrerà al finanziamento dell’emittente, basato in larga parte sulla partecipazione degli ascoltatori.

Tra gli ospiti, Gianfranco Pasquino e Umberto Ambrosoli, che discutono di popoulismo in Europa, Aldo Giannuli, Il terzo Segreto di Satira, Erri De Luca. Sabato 18 due incontri su temi di attualità: alle 15 “C’è un altro modo di raccontare la politica? Tra crisi dei talk show e disaffezione dell’elettorato”, con Alessandro Gilioli dell’Espresso, Massimo Rebotti del Corriere della Sera e Gianni Barbacetto del Fatto Quotidiano (modera Luigi Ambrosio). Alle 17.30 “L’Europa costruisce muri e i migranti muoiono in mare”. con Carlotta Sami portavoce dell’Alto Commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, Riccardo Noury portavoce di Amnesty International, Alì Ehsani profugo afghano autore del libro“ Stanotte guardiamo le stelle” e Riad Khadrawi mediatore culturale siriano (moderano Piero Bosio e Sara Milanese). Tra gli ospiti musicali, Eugenio Finardi e l’orchestra Mozart fondata da Claudio Abbado. E dalle 23 di domenica, naturalmente, la diretta collettiva sui ballottaggi (qui il programma completo di All you need is Pop).

“Non un festival di giornalismo, o musicale e neanche una rassegna teatrale o cinematografica e nemmeno un workshop sulla politica italiana o sul dramma dell’immigrazione e l’insopportabile indifferenza dell’Europa”, si legge in una nota di Radio Popolare. “Sarà tutto questo messo insieme e condiviso con la consistente rete di fruitori della Radio: una community che, tra abbonati, sostenitori e ascoltatori costituisce la risorsa valoriale ed economica primaria”. Una tazza commemorativa realizzata per l’occasione e che sarà distribuita ai sottoscrittori della radio, insieme alle rinomate magliette e alle “pen drive”, contenenti due trasmissioni significative del repertorio culturale della radio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Brexit, deputata laburista uccisa. Tweet del senatore Pepe (Gal): “Colpire uno per educare cento”. Poi scrive: “Frainteso”

next
Articolo Successivo

Giornalisti, premiato Lorenzo Di Pietro con il Tom Renner Award per inchiesta sul presidente dell’Azerbaigian Hilam Aliyev

next