Un test antidoping a cui era risultato positivo, poi l’amara verità. Il capitano dell’Eintracht Francoforte, Marco Russ, così ha scoperto di avere un tumore: l’alto livello di ormoni rilevato era dovuto al cancro e non al doping. Nonostante la diagnosi, Russ vuole scendere in campo per il match con cui la sua squadra si gioca la permanenza in Bundesliga contro il Norimberga, in programma giovedì 19 maggio. “I medici hanno confermato che giocherà”, ha fatto sapere l’Eintracht.

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reggina, la decadenza non finisce mai: dopo la D anche i sequestri per truffa. “Inventati crediti falsi per non fallire”

next
Articolo Successivo

Finale Coppa Italia 2016, Billy Costacurta: “Il Milan può vincere”. Paul Pogba: “Vogliamo entrare nella storia” – Video

next