La crisi d’impresa e tutto ciò che ne deriva per gli altri portatori d’interesse. Ne parleranno sabato 27 febbraio alle 17 in via Roma 80 a Piacenza Roberto Fontana (Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Piacenza), Cosimo Maria Ferri (Magistrato nonché Sottosegretario di stato alla Giustizia), Ildebrando Lava (Confartigianato) e Serenella Antoniazzi (imprenditrice nonché autrice del libro “Io non voglio fallire”) nell’ambito di un incontro pubblico organizzato dall’associazione “Vespero”, in collaborazione con UPA Federimpresa Piacenza. Partendo dall’esperienza imprenditoriale e umana di Serenella Antoniazzi condensata nel libro che nell’occasione sarà presentato al pubblico, si affronteranno le principali tematiche socioeconomiche e giuridiche sottese al fenomeno della crisi d’impresa. In particolare, si sottoporrà a vaglio critico l’attuale disciplina delle procedure d’insolvenza, valorizzando l’opportunità di introdurre, da un lato, strumenti di vigilanza e allerta più incisivi e, dall’altro lato, prevedere incentivi agli imprenditori che manifestano tempestivamente il proprio stato di crisi o insolvenza.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Crescita, G20: “Rischi da Brexit e crisi dei migranti”. Ma non passano misure di stimolo comuni

prev
Articolo Successivo

Banche, Unimpresa: “Interessi fino al 25% su prestiti a famiglie e aziende nonostante gli aiuti della Bce”

next