Trasformare il comma 2 (“Presso gli uffici dello stato civile di ogni comune italiano è istituito il registro delle unioni civili tra persone dello stesso sesso”) con “Presso gli uffici dello stato civile di ogni comune italiano si fa sesso”. Oppure “Presso gli uffici dello stato civile di ogni comune italiano è vietato il registro delle unioni civili tra persone dello stesso sesso”. E non mancano le proposte per il comma 1 (Due persone dello stesso sesso costituiscono un’unione civile mediante dichiarazione di fronte all’ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni), che i parlamentari propongono di sostituire con “Due persone dello strumento militare indipendentemente dal sesso costituiscono un’unione civile mediante dichiarazione di fronte all’ufficiale di stato civile ed alla presenza di due testimoni”.

E anche i punti e le virgole diventano indispensabili secondo i firmatari – in particolare Malan, Giovanardi e Calderoli per differenziare le migliaia di emendamenti al ddl Cirinnà, depositati soprattutto da Lega, Gal e Forza Italia. Le proposte di modifica dei parlamentari (qui) vengono anche rilanciate sui social. O meglio: attaccate. “Denunciare Malan, Sacconi, Giovanardi, Calderoli per peculato? Appropriazione indebita denaro pubblico! Ladri!”, scrive Blank, mentre MeNeAndrej scrive a Luigi Di Maio: “Ha letto gli #emendamenti? Quello lo chiama rispetto del dibattito? Avete fatto la figura dei pasticceri, ancora”. E in tanti evocano un fantomatico generatore automatico di emendamenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Unioni civili, il M5s fa fuori il canguro

next
Articolo Successivo

Unioni civili, tutto rinviato al 24 febbraio. Pd e canguri: ecco cosa succede adesso

next