Un filmato girato nei bagni di un edificio scolastico, il Karsunskogo Technology College di Ulyanovsk, capoluogo dell’Oblast in Russia, mostra il pestaggio di una matricola di 16 anni da parte di tre ragazze diciottenni. Il video girato da un compagno di classe l’11 gennaio scorso, mostra con quale violenza la vittima viene presa a calci in testa. Per umiliarla le ragazze cercano di infilarle la testa nel water. Pare che la vittima provenga da un orfanotrofio. Il motivo dell’aggressione è stato attribuito al fatto che la vittima era affetta da pediculosi. La polizia ha identificato gli aggressori. Il sostituto procuratore ha ravvisato per il ‘branco’ gli estremi del reato di tortura: le ragazze rischiamo una pena di tre mesi di carcere o in alternativa sei mesi ai lavori sociali (dal canale youtube Best of the best)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Kuwait, fino a dieci anni di carcere per chi critica online il governo

prev
Articolo Successivo

Mongolia, esplosione durante i lavori su un tombino: muoiono due operai

next