Sua figlia Grazia Ramey aveva già dimostrato quanto vale raccogliendo più soldi di tutti i compagni della Bethany Academy di Bloomington (Minnesota), in una raccolta di fondi per l’acquisto di pasti per i poveri, parte del progetto Kids Against Hunger (Bambini contro la fame). Ma di fronte alla sfida finale ha chiesto aiuto alla mamma, Angela, che non si è tirata indietro. Un tiro a canestro da grande distanza per aggiudicarsi un grosso sconto sulla retta della figlia alla Bethany Academy e migliaia di altri pasti per il progetto contro la povertà e la fame. I primi tentativi vanno a vuoto. “Non sono una sportiva”, ha ammesso Angela. Ma l’ultimo tentativo, ad occhi chiusi e con una preghiera in testa, lascia di stucco tutti i presenti nella palestra scolastica. Il tiro è corto. Ma la palla rimbalza a terra: canestro. L’espressione di madre e figlia è imperdibile

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Libia, firmato l’accordo per la formazione di un governo di unità nazionale. Kobler: “Primo passo nella lotta contro l’Isis”

prev
Articolo Successivo

Taiwan, la futura sposa muore e lui decidere di celebrare le nozze con l’urna contenente le ceneri

next