La sonda Cassini il 31 maggio ha volato vicino a Iperione il satellite di Saturno e ha inviato sulla Terra una serie di foto. Le immagini sono state scattate a una distanza di 34mila chilometri e sono state ricevute dalla Nasa il primo giugno. Iperione sembra una luna spugnosa. Il suo aspetto sembrerebbe collegato alla presenza, nella sua composizione, di un materiale poroso a bassa densità, circa la metà di quella dell’acqua. Questo fa sì che gli impatti sulla Luna tendano a comprimerla piuttosto che a scavarla. FOTO NASA.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stop Vivisection: Bruxelles sceglie il passato

next
Articolo Successivo

Difterite, un caso in Spagna dopo 30 anni. Quando possiamo considerare una malattia debellata?

next