“Primo atto del mio governo l’annessione di Novi Ligure? Farò un referendum, saranno gli elettori a decidere”. Se la cava con una battuta, Giovanni Toti (Forza Italia) ai microfoni per la prima volta da Presidente della Regione Liguria. “Me lo aspettavo perché il centro-destra quando è una coalizione unita, coesa e con un programma serio, vince. Perché il Pd, quando è arrogante e pensa di poter imporre ai cittadini altri cinque anni di pessimo governo, come i dieci appena passati, perde”. Sulla Lega al 20% Toti chiosa. “Sono molto felice. Vuol dire che siamo sulla buona strada e credo sia una buona strada per andare a vincere nel 2018 a Palazzo Chigi”. Nel finale la stoccata al premier Renzi. “Non ha il voto di nessuno. Può cominciare a prendere commiato dalle sue stanze”  di Cosimo Caridi e Lorenzo Tosa

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali 2015. La Campania va a De Luca, aspettando la legge Severino

next
Articolo Successivo

Regionali Toscana, Borghi (Lega): “Tema rom? Ha avuto peso per il dato alto della Lega”

next