Marcello Dell’Utri è stato rinviato a giudizio dal gip di Roma per la vicenda P3, una presunta associazione segreta che avrebbe influenzato organi dello Stato. Il processo all’ex parlamentare di Forza Italia è stato fissato al prossimo 22 dicembre davanti ai giudici della seconda sezione penale. Le accuse all’ex braccio destro di Silvio Berlusconi, attualmente detenuto a Parma per altro procedimento, si riferiscono ai rapporti intercorsi con l’imprenditore Flavio Carboni, già rinviato a giudizio assieme ad altre 16 persone, per la parte dell’inchiesta che riguardava il business dell’eolico in Sardegna.

I pm romani gli contestano la violazione della Legge Anselmi sulle associazioni segrete. Secondo quanto è stato contestato nell’ambito dell’inchiesta, la P3 fu creata per per condizionare il funzionamento di organi costituzionali dello Stato e di enti pubblici. In un primo momento la posizione di Dell’Utri era stata stralciata perché l’ex senatore era in Libano, mentre erano stati rinviati a giudizio l’ex coordinatore del Pdl, Denis Verdini, e l’ex sottosegretario all’Economia, Nicola Cosentino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Incandidabilità e sospensione: “Severino automatica, nessuna discrezionalità”

next
Articolo Successivo

Ruby, Berlusconi assolto – la Cassazione: “No concussione”. Grazie a legge Severino

next