Nel giorno dell’inaugurazione di Expo 2015, tra i 54 padiglioni finiti, in rappresentanza di altrettanti paesi del mondo, si intravedono ancora lavori incompiuti, qualche calcinaccio e anche spazzatura.”Ci vorranno sei mesi per vincere la scommessa” come ha anche detto il premier Matteo Renzi. I lavori di rifinitura devono proseguire ancora per qualche giorno.

Foto di Alessandro Madron 
Foto di La Presse

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Expo 2015, Papa Francesco: ‘Penso a chi patisce la fame. Non sprechiamo occasione’

prev
Articolo Successivo

Expo 2015, le parole di Renzi e i problemi seri

next