Era la broker dei vip romani. E li ha truffati per oltre 35 milioni di euro. Bruna Giri, “la Madoff in gonnella”, è arrivata a Fiumicino da Santo Domingo domenica mattina scortata da due agenti dell’Interpol. Latitante dal 2011, è stata arrestata due giorni fa nella Repubblica Dominicana ed espulsa. Era destinataria di un provvedimento restrittivo emesso dall’autorità giudiziaria della Capitale e diffuso a livello internazionale dal Servizio cooperazione internazionale della Criminalpol ed è stata subito portata in carcere.

La Giri, che gestiva i patrimoni della Roma bene, era ricercata dal 2011, quando l’inchiesta Missing money ha scoperchiato i raggiri messi in atto dalla ex promotrice finanziaria in combutta con consulenti, curatori fallimentari e avvocati. All’epoca finirono in manette una quindicina di persone accusate di peculato, falso ideologico e riciclaggio. Giri e i complici promettevano interessi da capogiro – fino al 10 per cento all’anno – ma in realtà intascavano i soldi e, intestandoli a società schermo, li trasferivano all’estero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Domenica delle Palme, Papa Francesco: “No a mondanità, vanità e orgoglio”

next
Articolo Successivo

Ospedali psichiatrici chiusi, “Rischio stigma su tutti i malati mentali”

next