Nel suo discorso alla Direzione del Pd, il premier-segretario difende a spada tratta il Jobs act: “Come si fa a non affrontare le regole quando in 5 anni siamo passati dal 7 al 13 per cento di disoccupazione?”. Poi ancora: “Basta a regole vecchie di 44 anni, il lavoro si crea innovando. A chi mi dice che l’articolo 18 è un diritto costituzionale, rispondo che quel diritto è avere un lavoro”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Provinciali Taranto, veleni nel Pd con vista sulle regionali: Minervini contro Emiliano

prev
Articolo Successivo

Articolo 18, Civati: “Renzi dice cose di destra, ma forse è la nuova sinistra”

next