Per il morso a Chiellini, Luis Suarez non potrà giocare nove partite e sarà costretto a stare fermo per 4 mesi. Ma l’attaccante di Liverpool e Uruguay può contare sulla solidarietà di Diego Armando Maradona che bolla come “una vergogna totale” la squalifica che la Fifa ha inflitto al giocatore.

“Se guardiamo tutte le partite avrebbero dovuto punire un sacco di giocatori. Ad esempio la gomitata di Neymar era da rosso”, ha spiegato il Pibe de Oro nel corso della sua trasmissione De Zurda in onda sull’emittente Telesur, catena televisiva latinoamericana con sede a Caracas. “Questo mi fa pensare che la gente della Fifa voglia uno show sempre più imbarazzante”, ha rincarato la dose Maradona, che ha indossato una maglietta con la scritta “Luisito siamo con te“. “Purtroppo – ha aggiunto l’ex fuoriclasse argentino – l’Uruguay ha perso una grande figura, e noi ci perdiamo Luis Suarez”. E così, dopo il perdono di Chiellini, Suarez può consolarsi con le parole del Pibe, che però non faranno cadere quelle nove giornate di squalifica.

Lo speciale mondiali de ilfattoquotidiano.it

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ottavi finale mondiali 2014, grande vetrina per le nuove stelle. Procuratori scatenati

prev
Articolo Successivo

Ottavi Mondiali 2014, Colombia – Uruguay: 2-0. Doppietta di Rodriguez

next