Possibile conciliare l’annoso dilemma etilico che chiede di scegliere tra “la botte piena e la moglie ubriaca”? Sì, se nel week-end che inizia sabato 5 aprile e sconfina nel giorno feriale di lunedì 7 deciderete di dedicarvi agli eventi dionisiaci che decorerrano il triangolo veronese. Di cosa stiamo parlando? Di un fine-settimana ad alta gradazione alcolica per i più goderecci e di raffinate degustazioni vinicole per chi coltiva velleità da sommelier: per tutti, insomma, l’appuntamento è a Verona, Cerea e Sarego tra il 5 e il 7 aprile. In queste tre località, che viste su mappa disegnano un triangolo e distano mediamente 40 chilometri l’una dall’altra, si svolgeranno nei giorni suddetti tre fiere dedicate a tutti gli amanti del vino.

Si parte da Vinitaly, la rassegna veronese sui migliori vini italiani che è ormai diventata un appuntamento immancabile per gli amanti del genere. La 48esima edizione di Vinitaly si terrà come sempre a Verona, nell’area fieristica, ed inizierà il 5 aprile per chiudersi il 9. Oltre alle degustazioni e agli stand degli espositori, quest’anno ci sarà anche Vinitalybio, l’area dedicata ai produttori di vino biologico e biodinamico certificato. Ed altra novità dell’edizione 2014 è la creazione di un’area riservata alla produzione vitivinicola estera chiamata Vininternational.

Basta una mezz’oretta in automobile per lasciare Verona e il Vinitaly ed avvicinarsi a Cerea: in questa cittadina del veronese ci celebra tra il 5 e il 7 aprile ViniVeri 2014. L’undicesima edizione di questa rassegna dedicata agli amanti del vino si concentra sul rapporto tra terra e contadino. L’“Albore”, immagine di ViniVeri 2014, è la metafora della “rinascita dei contadini poiché è urgente ridare ad essi un ruolo centrale nella necessaria ricostruzione della nostra società”, come è spiegato sul sito della manifestazione. La rassegna non sarà quindi solo un momento adatto per le degustazioni dei vini locali e non, ma anche un’opportunità di approfondimento culturale attraverso gli speech di ospiti italiani e stranieri che affronteranno le evoluzioni del mercato, le difficoltà attuali dei produttori e le soluzioni percorribili.

Terza punta del triangolo veronese che sazierà i vostri appetiti etilici e le vostre curiosità sul mondo del vino è Sarego, in provincia di Vicenza, che dista circa quaranta minuti in automobile da Cerea. Qui tra il 5 e il 7 aprile a Villa Favorita si terrà un evento speciale: la più importante manifestazione di vini naturali in Europa. La rassegna è organizzata da VinNatur, associazione di viticoltori dediti alla produzione di vino naturale che “intende preservare l’individualità del vino dall’omologazione che chimica, tecnologia e industrializzazione hanno portato nelle attività vitivinicole”. Attraverso un articolato percorso di degustazione sul mondo dei vini naturali europei, ogni visitatore potrà incontrare e conoscere i produttori stessi, nonché acquistare direttamente il vino in degustazione. Insomma, per gli amanti del vino durante il primo week-end di aprile ce n’è per tutti i gusti nel triangolo veronese. Basta munirsi di tempo, buoni propositi e un calice cristallino.

www.puntarellarossa.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vinitaly 2014: parte “Bread religion”, il tour del panino-gourmet

next
Articolo Successivo

Bookabook, è nata la prima piattaforma di crowdfunding del libro

next