Ha tentato di farle cambiare idea, inutilmente. Il vicepremier Angelino Alfano racconta in un’intervista a Repubblica, di aver cercato di convincere il ministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo a non dimettersi, per l’inchiesta sulla gestione dell’Asl di Benevento.

“Mi ha chiamato per avvertirmi. Le ho detto che non condividevo le sue dimissioni e ho provato, invano, a trattenerla. Ma ha la testa dura, ha insistito ad andare avanti”. De Girolamo se ne è andata sbattendo la porta, accusando il governo di non averla difesa. “Nunzia – commenta il leader del Nuovo centrodestra – in Parlamento si è difesa bene, ha usato parole chiare. Io le ero seduto accanto e lo rifarei. Sono convinto che sia stata un bravo ministro e sia una persona appassionata e perbene”. Il rapporto tra De Girolamo e Letta “è sempre stato molto solido e amichevole. Evidentemente si aspettava un’attestazione più calorosa da parte del presidente del Consiglio”. Il governo, conclude Alfano, “certamente non ne esce rafforzato. Domani (oggi, ndr) affronterò questa questione con il premier”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nunzia De Girolamo verso il ritorno a Forza Italia: “Alfano mi ha lasciato sola”

next
Articolo Successivo

De Girolamo, Letta accetta le dimissioni e assume ad interim il dicastero

next