Gli iscritti al Movimento 5 Stelle hanno scelto il proporzionale. Al referendum online indetto dal leader del M5S Beppe Grillo (votazioni aperte dalle 10 di stamane e chiuse alle 19 di stasera) sul primo quesito della legge elettorale (proporzionale o maggioritario) hanno votato per il proporzionale in 20.450 e per il maggioritario in 12.397. I votanti in tutto sono stati 32.847. Nell’ultima consultazione sul web promossa da Grillo (quella sulla cancellazione del reato di immigrazione clandestina) i voti erano stati 25mila, quasi 0ttomila in meno rispetto ad oggi. La proposta di riforma elettorale del Movimento 5 Stelle sarà pronta entro fine febbraio, ovvero dopo le consultazioni via internet sul blog dell’ex comico

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PERCHÉ NO

di Marco Travaglio e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Legge elettorale, dal “Salva Lega” alle quote rosa: Italicum bloccato alla Camera

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, firma anche l’Ncd. M5s: “Metodo di lavoro indecente”

next