Loredana Bellone, Alberto Perino e Giorgio Vair sono i tre NoTav condannati a pagare oltre 200mila euro per aver impedito, nella notte tra l’11 e il 12 gennaio 2010, lo scavo di alcuni carotaggi a Susa. Bellone è il sindaco di San Didero, piccolo centro valsusino, Giorgio Vair è il suo vice mentre Alberto Perino è il leader storico della protesta. “Era stata un’azione di resistenza passiva – spiega la Bellone – la Polizia non ha ci spinto ad andare via. Quando vogliono far qualcosa la fanno a forza di manganellate, questa era una trappola per colpire alcune persone più in vista nel movimento”. Gli oltre 200mila euro serviranno a risarcire Ltf, la società che doveva effettuare i sondaggi e che sta scavando il tunnel geognostico della Maddalena (Immagini da youtube canale Ambiente Valsusa)  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rifiuti, Cerroni si difende: “Ho salvato Roma dal caos, sono l’oracolo”

next
Articolo Successivo

Indagato il questore di Campobasso Gozzo. Il governatore del Molise: “Sbalordito”

next