Nuovi provvedimenti per risolvere la disperata condizione in cui versano le carceri italianeGiorgio Napolitano apprezza l’azione intrapresa dal ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, per migliorare la situazione carceraria e invita il governo a proseguire per quella strada. Queste le intenzioni del presidente della Repubblica, che ha ricevuto al Quirinale il Guardasigilli, accompagnata dal capo di Gabinetto, Renato Finocchi Ghersi, per discutere sulla questione.

“Il ministro – sottolinea un comunicato del Quirinale – ha riferito sulle iniziative attualmente in corso in stretto contatto con il Parlamento, e con particolare riferimento alla discussione e all’attività istruttoria sviluppatesi nella commissione Giustizia della Camera”.

Degli impegni adottati o in via di definizione la Cancellieri ha informato le autorità europee, registrando un loro apprezzamento. Interventi che sono in linea con la sentenza pilota della Corte europea dei diritti dell’uomo dell’8 gennaio 2013. “Il presidente della Repubblica – conclude la nota – ha auspicato l’ulteriore pieno sviluppo dell’azione di governo avviata dal ministro della Giustizia”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Vendola, da Cancellieri a Berlusconi. Tutte le volte che Nichi ha chiesto le dimissioni

prev
Articolo Successivo

Il Pdl si spacca. Alfano: “Non aderiamo a Forza Italia, pronti nuovi gruppi”

next