Le risposte che Gianroberto Casaleggio non ha mai dato in un ebook diffuso in rete. Si chiama “Insultatemi pure” ed è la lista di dichiarazioni e ritagli di giornale alle quali l’imprenditore e cofondatore del Movimento 5 Stelle risponde tra il serio e il faceto. Così nasce una lista in ordine alfabetico di epiteti e prese in giro che sono comparse su giornali e televisioni negli ultimi anni, dalla A alla V.

Primo in ordine di lettera e quasi pure in ordine di frequenza di apparizione, c’è la A di aristocratico. E a utilizzare il termine è il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che dice: “E’ un uomo che non viene dal popolo”. E per tutta risposta Casaleggio scrive: “Ho abitato fino a 19 anni con i miei nonni materni. Vivevamo in un abbaino”. Si prosegue con A come autistico, e A come autoreferenziale. Alla B come Bifronte, la frase di Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, che commenta: “Uno che si fa la permanente la mattina è capace di qualsiasi delitto”. Poi C come cazzone, conservatore o persona “cimiteriale”. Ma anche come coreografo nazi, come lo ha definito Giampiero Mughini al programma La Zanzara.

Tra le domande a cui l’imprenditore non ha mai risposto, ci sono quelle sui suoi affari. Così alcuni chiarimenti arrivano dalle pagine dell’ebook. “Non ho alcuna società in America” e i miei interessi oltre oceano sono legati esclusivamente a società di tecnologia di rete”. Alla F come fallito, risponde specificando poi il suo ruolo nella società Webbeg: “Sono stato amministratore delegato della società Webbeg per tre volte consecutive, marzo 1997, marzo 200 e aprile 2003. La mia uscita è stata consensuale con la proprietà. In seguito decisi di creare la società Casaleggio Associati, di cui possiedo il 30%. I miei risultati di gestione a Webbeg sono sempre stati positivi”. E ribadisce: “Tra la mia società e il Movimento 5 Stelle non intercorre nessuna relazione d’affari”.

Eugenio Scalfari lo definisce “distruttore dell’universo” e lo descrive al ristorante intento a giocare al cellulare con il suo “modernissimo telefono”. E Casaleggio gli risponde rivendicando il suo Iphone 3: “Questa storia è una panzana totale”. Alla I come Iettatore, Casaleggio commenta l’Unità che lo ha accusato di vedere tutto nero: “Le previsioni per il futuro economico dell’Italia sono pessime. Lo scrivano anche loro prima di essere costretti a chiudere”. Poi M come massone e mendicante. Fino a T come telespalla Bob e V come ventriloquo. Ma manca l’insulto con la Z. “Faccio un appello”, conclude il cofondatore del Movimento 5 Stelle, “trovatemi un appellativo negativo anche con quella lettera”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Letta al Pdl: “Chiarimento o lascio”. Ma in Cdm salta il decreto Iva

next
Articolo Successivo

Pdl, non si è dimesso nessuno

next