Il varo ufficiale avverrà sabato 7 settembre presso l’Agrivillaggio di Vicofertile a pochi chilometri dal centro di Parma. La Scuola è rivolta acquirenti consapevoli e imprenditori responsabili coloro cioè, in grado di avviare il cambiamento possibile nell’economia reale a partire però da principi nuovi. Dai principi cioè, che connettono la vita delle persone alla comunità e all’ambiente, non a quelli virtuali inventati dai biscazzieri guerrafondai che animano le borse e i governi di mezzo mondo. La presentazione della Scuola avverrà con convegno a partecipazione gratuita previa iscrizione sul sito: www.agrivillaggio.it

Una Scuola per passare dal dire al “fare bene”. Com’è possibile affrontare la crisi rimboccandoci le maniche? Da dove cominciare? Il fallimento delle medicine tradizionali alla crisi è nell’esperienza quotidiana di ogni persona di buon senso. Ed è proprio da qui, dalla quotidianità delle persone e delle aziende, ma anche delle pubbliche amministrazioni, che si può ricominciare. Facendo scelte che mettano in connessione la comunità, la terra e l’economia. Scelte piccole e scelte grandi, comunque concrete. Che si possono fare fin da subito se solo lo si vuole e si sa come fare.

Per questo nasce la Scuola dell’Agrivillaggio e della Decrescita Felice, un Agrivillaggio che in questi anni si è costituito come vero e proprio laboratorio di futuro e che oggi mette a disposizione saperi e esperienze nazionali e internazionali a chiunque voglia cominciare a “fare”. Un fare, però, che sia consapevole e concreto soprattutto orientato al benessere della terra, dell’economia e della comunità. Solo così, infatti, possiamo dare un senso a questo nostro tempo: per noi e per i nostri figli.

Programma: 16,30 – Saluto del sindaco di Parma Federico Pizzarotti

16,45 – Maurizio Pallante, MDF, Presidente onorario della Scuola dell’Agrivillaggio e della Decrescita Felice

Il “fare bene” della decrescita felice comincia a Scuola!

17,15 – Giovanni Leoni, Agrivillaggio

L’Agrivillaggio un ponte fra cultura, agricoltura, economia

17,40 – Gigi Perinello, Ragioniamo con i piedi

La cura del cliente per le aziende consapevoli

18:00-18:20 Giordano Mancini, Ponti di Fiducia  

Conoscere per scegliere: aiutare chi acquista a scegliere le aziende che “fanno bene” al mondo

18.20 – 18,40 Mauro Sandrini,    Self Publishing School  

Il futuro dell’innovazione e della tecnologia è la terra

18,40 – 19,00 Luca Vanin, Fabio Ballor, Insegnalo  

Le tecnologie sostenibili per la Scuola dell’Agrivillaggio e della Decrescita

A concludere: conversazione e aperitivo nell’aia dell’Agrivillaggio

Info e iscrizioni alla giornata: www.agrivillaggio.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Piacenza, uomo ucciso in un bar da un commando di killer professionisti

next
Articolo Successivo

Incentivi antisismici: Emilia terremotata inspiegabilmente esclusa

next