Applausi al Senato per il ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, che è intervenuta in Aula in occasione della mozione di solidarietà del Pd, sottoscritta da oltre 260 senatori, dopo le parole di Roberto Calderoli nei suoi confronti. “Essere qui oggi non è stato facile” – ha esordito il ministro – “ma volevo dare testimonianza dell’importanza di questo atto simbolico, per me molto forte”. Cecile Kyenge ha reso omaggio al Senato, primo luogo istituzionale in cui è entrata dopo la nomina, ha ringraziato i firmatari della mozione e a ha aggiunto: “Questa mozione fa capire il cambiamento culturale che è in atto e avviene in un giorno particolare, quello del compleanno di Nelson Mandela che tanto si è battuto per i diritti“. Questo tributo al premio Nobel sudafricano è stato accolto con una vera e propria standing ovation e tutti i senatori si sono alzati in piedi

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lega Nord, audio degli insulti di Calderoli al ministro Kyenge

next
Articolo Successivo

“Non conosce Berlusconi, Grillo e Casini”. E la Questura gli nega la cittadinanza

next