Case e conti correnti per un valore di 6 milioni di euro. La Guardia di Finanza di Roma ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, volto alla confisca “per equivalente” di 36 unità immobiliari e denaro su diversi conti correnti, riconducibili a Domenico Temperini e  Padre Franco Decaminada, arrestati lo scorso 4 aprile

Tutto scaturisce dalle indagini della polizia tributaria di Roma, in relazione alle indagini per i reati di appropriazione indebita aggravata e bancarotta fraudolenta patrimoniale, per un totale di oltre 14 milioni di euro commessi sino al 2012, che hanno contribuito al dissesto finanziario della “Provincia Italiana della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione“, ente ecclesiastico giuridicamente riconosciuto, di cui Padre Decaminada è stato consigliere delegato dal 2004 al dicembre 2011 e da fine marzo in amministrazione straordinaria. All’Ente fanno capo, tra gli altri, oltre l’Idi, il San Carlo di Nancy e Villa Paola.


Il sequestro è stato disposto dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma Antonella Capri, su richiesta della locale Procura della Repubblica, Procuratore Aggiunto Nello Rossi e sostituti procuratori Giuseppe Cascini e Michele Nardi.  

Nel patrimonio immobiliare sequestrato c’erano ville, immobili commerciali e anche un appartamento di lusso di otto vani a Castel Sant’Angelo. Le  unità immobiliari si trovano a Roma, Anzio, Zagarolo e L’Aquila, per lo più ville, appartamenti, locali commerciali, box auto, per un valore stimato in circa 4.250.00 euro. Padre Decaminada, invece, è risultato intestatario di un solo immobile, del valore stimato di circa 300.000 euro. Ben 34 degli immobili intestati a Temperini  erano confluiti in due fondi patrimoniali costituiti, rispettivamente, nel 2006 e nel 2009 ed intestati a lui ed alla ex moglie.  Ai due indagati sono, inoltre, state sequestrate le somme su numerosi conti correnti, sino ad arrivare ad oltre 1,5 milioni, così colmando la differenza tra il valore dei beni indicato nel provvedimento del giudice e quello relativo alle unità immobiliari oggetto di sequestro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Roma, maltrattavano e umiliavano bimbi all’asilo: arrestate due maestre

prev
Articolo Successivo

Marina Berlusconi: “Processo Ruby? Una farsa. Attendo solo una cosa, giustizia”

next