Hugo Chavez si aggrava dopo la delicata operazione a Cuba per estirpare un tumore lo scorso 11 dicembre. Chavez – annuncia il ministro delle comunicazioni venezuelano Ernesto Villegas – mostra una “insufficienza respiratoria” in seguito ad una “grave infezione polmonare” registrata dopo il nuovo intervento. E Villegas lancia anche un allarme sul tentativo di destabilizzare il paese da parte dei media internazionali proprio per l’aggravarsi della situazione del presidente venezuelano.

“Dopo il delicato intervento dell’11 dicembre – dice Villegas alla radio e alla televisione dal Palazzo Miraflores, a Caracas – il Comandante Chavez ha presentato complicazioni dovute ad una infezione polmonare grave. Questa infezione ha portato a problemi respiratori”. Villegas aggiunge comunque che il governo venezuelano “ribadisce la sua fiducia nel team medico che ha seguito il Comandante-Presidente e agito con assoluto rigore”.

Il ministro coglie l’occasione per mettere in guardia “il popolo venezuelano sulla guerra psicologica che la rete transnazionale dei media sta scatenato sulla salute del presidente con l’obiettivo finale di destabilizzare il Venezuela, ignorando la volontà popolare espressa nelle elezioni presidenziali del 7 ottobre”. Il tentativo – secondo Villegas – è quello di “colpire l’unità del governo” ovvero la stessa “ideologia di Hugo Chavez”. E conclude: “Hasta la victoria siempre, viva Chavez”.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili