Ritorno della politica dopo l’era dei tecnici. Ma magari col capo dei tecnici a capo della politica. E’ il progetto di Gianfranco Fini, che ha preso al balzo le parole di Giorgio Napolitano sul futuro del premier Monti.  Un’idea confermata oggi da Napoli, dove il presidente della Camera è intervenuto ad un incontro del suo partito. ”Il prossimo governo deve essere politico. I tecnici chiudono la loro esperienza nel momento in cui si chiudono le urne” ha detto Fini, che poi ha concentrato il suo intervento sul Monti-bis. Con parole ancor più chiare sul futuro dell’ex rettore della Bocconi. “Mi auguro – ha detto il numero uno di Montecitorio – che dalle elezioni ci sia un responso tale da rendere la proposta che la Lista per l’Italia farà di affidare l’incarico di formare il governo a Mario Monti meritevole di essere presa in considerazione perché suffragata dal responso elettorale”. Fini, poi, ha aggiunto che la grande sfida per il prossimo esecutivo sarà quella di coniugare al rigore politiche per il rilancio dell’economia e della produzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Futuri onorevoli a 5 Stelle: meno indennità, ma resta la diaria (certificata)

next
Articolo Successivo

Grillo contro Renzi: “Ebetino di Firenze e carrierista, fai il sindaco e basta”

next