Giovanna Melandri si dimetterà da parlamentare. Lo ha annunciato la stessa Melandri, ex ministro dei Beni Culturali dei governi D’Alema e Amato, comunicando al capogruppo alla Camera dei deputati del Pd Dario Franceschini “di aver avviato le procedure”. La Melandri cerca così di spegnere le polemiche scoppiate ieri sulla sua nomina a presidente della Fondazione Maxxi, che regge l’omonimo Museo nazionale delle arti del XXI secolo con sede a Roma. 

La deputata del Pd aveva rilasciato un’intervista a “la Repubblica“, nella quale respinge le accuse di lottizzazione arrivate da Pdl e Lega Nord: “Una spartizione? La decisione del ministro Ornaghi, che mi lusinga e mi onora, è la scelta di un tecnico nei confronti di un altro ‘tecnico’ perché quel museo l’ho istituito io quand’ero a capo del ministero dei Beni culturali. Ornaghi ha fatto una scelta istituzionale chiamando la ‘madre’ del Maxxi. Ma quale paracadute – ha aggiunto Melandri – Ornaghi mi ha chiesto di rilanciare e internazionalizzare il Maxxi che, ricordo, nasce con una mia scelta da ministro nel 1999. Non c’è nessuna logica spartitoria e il Pd non c’entra nulla”. Melandri nella stessa intervista ha comunicato che a cambiare idea sull’incarico “non ci penso nemmeno”. Infine intervistata anche dal Messaggero, l’ex ministro ha bollato come “miserie” le polemiche sulla scelta caduta su di lei.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non occorre cercare nuove terre, basta avere nuovi occhi

next
Articolo Successivo

Ddl Corruzione, Monti: “Superate resistenze, governo voleva fare di più”

next