Coop Adriatica si è aggiudicata gli  otto punti vendita Plenty Market, a Bologna, messi all’asta dopo il fallimento delle società che li detenevano, l’Albrea srl e la Bodal srl di proprietà della famiglia Dall’Olio.

Nonostante la difficile situazione economica e la perdurante crisi dei consumi che ha colpito anche Coop Adriatica, la società con sede a Castenaso ha garantito continuità occupazionale  per i 53 lavoratori dei supermercati della catena Plenty Market appena acquisiti. Nel periodo di subentro previsto, che è di quattro mesi, verranno avviati i lavori per la formalizzazione degli atti e attivati i necessari rapporti con le organizzazioni sindacali.

La coop sta inoltre valutando come gestire dal punto di vista commerciale gli otto negozi rilevati che si trovano nel centro di Bologna: in via Farini, via Calori, via Montegrappa, via Amaseo, via di Porta Castiglione, via XXI Aprile e piazza dei Martiri-  e uno in via Massarenti. Così, dopo qualche anno di concorrenza sotto le due torri, lo storico colosso delle cooperative torna a ruggire e con le nuove acquisizioni primeggerà nella quantità di punti vendita, tra ipermercati e supermercati, sulle catene Conad, Pam e Despar.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omicidio Aldrovandi, i poliziotti colpevoli assegnati ai servizi socialmente utili

next
Articolo Successivo

“Siete froci” e sputano loro addosso. Aggredita coppia gay a Parma

next