Cinque minuti di conferenza stampa in tutto per dire che la Juventus e il suo allenatore Antonio Conte sono completamente estranei al giro di calcioscommesse e combine che questa mattina ha portato in carcere 17 persone. “Il quadro che si sta delineando, in seguito alle indagini della procura di Cremona è estremamente preoccupante per il mondo del calcio – ha detto il presidente bianconero Andrea Agnelli – non mi pare però che Conte (che è indagato, ndr) faccia parte di questo quadro. Il presidente della società si è detto convinto dell’estraneità del suo allenatore “innanzitutto perché dai fatti che abbiamo avuto modo di leggere il ruolo che sarebbe attribuito ad Antonio Conte è vicino all’insignificante”.

E’ stato poi lo stesso Conte a intervenire per difendere se stesso e il Siena – la squadra che allenava al tempo dei fatti contestati – dalle accuse. “La mia storia calcistica da calciatore e allenatore parla chiaro – ha detto – col Siena l’anno scorso ho vinto il campionato con tre giornate di anticipo con grande sacrificio, sudore, lacrime e soddisfazione. Ribadisco l’assoluta estraneità ai fatti sia mia sia dei miei calciatori, nessuno e niente rovinerà quell’annata straordinaria”. L’allenatore bianconero, tirato in ballo dal ‘pentito’ Filippo Carobbio, ha aggiunto: “E’ nota la mia onestà, correttezza e integrità morale sia da calciatore che da tecnico, lo si può chiedere ai miei compagni, ai miei calciatori e anche gli avversari chi è Conte”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Asilo Rignano. Dal 2007 tra arresti e colpi di scena ventuno bambini vittime

next
Articolo Successivo

Crac Deiulemar: minacce dei risparmiatori e tombe profanate

next