“Cara ministro Fornero, non ci facciamo nulla con le sue lacrime, vogliamo invece delle risposte per i tanti precari di questo paese” è questo in sintesi il contenuto della lettera che il movimento di San Precario ha inviato al ministro del Welfare. E per far recapitare il messaggio un gruppo di precari ha occupato la sede dell’Inps in via dell’Ambaradam a Roma. “Vogliamo interloquire con la politica che sta prendendo delle scelte importanti sopra le nostre teste, sopra coloro che con i loro contributi pagano gli ammortizzatori sociali e le pensioni degli altri, ma la loro non la vedranno mai”.
Video di Irene Buscemi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Monti alla Lega: “Hanno rinunciato alla popolarità, sobbarcandosi un onere per il Paese”

prev
Articolo Successivo

Muoviti tu che puoi! Invia l’sms solidale al 45597 dell’associazione Famiglie SMA

next