E’ un fiume in piena Gabriella Carlucci, ex berlusconiana di ferro, ora passata nella squadra dell’Udc. Intervistata da Cruciani e Parenzo nella trasmissione radiofonica La Zanzara su Radio 24, afferma di essere stata boicottata da Berlusconi e dai suoi fedelissimi nella sua attività parlamentare. “Se non fossi andata via, l’Italia sarebbe andata in default”, dichiara la Carlucci. “Sono mesi e mesi che parlo e avrei anche firmato la lettera degli scontenti del Pdl, ma Isabella Bertolini tolse la mia firma perché disse che i giornali mi avrebbero massacrato. Alla fine mi hanno persino sfrattato dal mio ufficio in via dell’Umiltà. Due mesi fa mi è arrivato un fax anonimo dall’amministrazione: “Te ne devi andare”. Cerco di capire. Alfano mi ha risposto che dovevano fare un riordino e una riorganizzazione. E chi è andato al posto mio in quell’ufficio? Scilipoti”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Radicali: “Anche la chiesa paghi l’Ici”

next
Articolo Successivo

#308: su Sky un gruppo di giovani videomaker racconta la caduta di Berlusconi

next