Cinque anni di squalifica più preclusione (che equivale alla radiazione) piu’ un anno e 6 mesi di squalifica in continuazione. Lo ha chiesto il Procuratore federale Stefano Palazzi nei confronti di Beppe Signori, coinvolto nello scandalo del calcio scommesse.

La stessa richiesta di radiazione fatta per Signori, il Procuratore federale Palazzi l’ha avanzata per gli ex calciatori Antonio Bellavista (5 anni più preclusione più 3 anni e 6 mesi in continuazione) e Mauro Bressan (5 anni più preclusione più 6 mesi in continuazione); per il ds del Ravenna Giorgio Buffone (5 anni più preclusione più 3 anni e 3 mesi in continuazione); per l’ex calciatore di calcio a 5 Massimo Erodiani (5 anni di squalifica più preclusione più 8 anni in continuazione); Gianni Fabbri (5 anni più preclusione); per il calciatore del Piacenza Carlo Gervasoni (5 anni più preclusione più 1 anno in continuazione); per il calciatore della Cremonese e poi del Benevento Marco Paoloni (5 anni più preclusione più 5 anni in continuazione); per il preparatore dei portieri del Ravenna Nicola Santoni (5 anni più preclusione); per il calciatore dell’Ascoli Vincenzo Sommese (5 anni più preclusione più 2 anni in continuazione).

Con sentenza del 26 marzo 2019, ormai definitiva, il Tribunale di Cremona ha assolto Marco Paoloni dal reato di cui all’art. 440 c.p., perché il fatto non sussiste e lo ha prosciolto, per intervenuta prescrizione, in relazione agli altri reati contestati”.

Aggiornato da Redazione Web

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Due Torri connection”: narcotraffico a Bologna, quattordici arresti

next
Articolo Successivo

Inceneritore di Parma, il comitato: “Opera di marchio Pd, il progetto è di Hera”

next