Il ricevimento è quello delle grandi occasioni. La celebrazione per il 63mo anniversario della nascita dello Stato d’Israele. Presenti a ‘casa’ dell’ambasciatore israeliano Gideon Meir, nella bellissima Villa Miani a Roma, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il presidente del Senato, Renato Schifani, e il presidente della Camera, Gianfranco Fini. Fini e Berlusconi si sono evitati per una ventina di minuti, solo sguardi a distanza, poi il premier si avvicina e saluta il leader di Fli che contraccambia con freddezza e mentre il Cavaliere ringrazia l’ambasciatore, Fini accenna una smorfia di dissenso, sottolineato con un colpo di tosse.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Della Valle vs Sacconi: “Sui dati veri perdi 10 a 0”

next
Articolo Successivo

I sostenitori di Pisapia: “Moratti? Noi diversi anche nello stile”

next