Da Partite & partiti: Garrone e Della Valle rinunciano a fare mercato e si liberano dei proprio campioni. Un ridimensionamento forte per i due club calcistici. Eppure il petroliere, patron della Sampdoria aveva auspicato tempo fa l’azionariato popolare stile Barcellona per fare grande la squadra. Invece di fronte a offerte vere e importanti, blucerchiati e viola si comportano come qualsiasi società di media fascia: vedono senza pensare ai propri tifosi. Ma se è vero che un presidente competente, razionale e preparato, ha quasi l’obbligo di vendere, è vero anche che ha l’obbligo di vincere, ogni tanto. Così non è per le squadre di Genova e Firenze. E dunque, sarebbe il caso al prossimo calciomercato di passare la mano, cari Garrone e Della Valle.
Di Oliviero Beha

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ruby, donne in piazza a Milano: “Un’altra Italia è possibile”

next
Articolo Successivo

Sallusti:”Gli elettori sono con B. perchè non ha mai rubato”

next