Un colpo di fucile partito accidentalmente dall’arma, che in quel momento era nelle mani del nipote tredicenne, ha causato ieri sera a Teana (Potenza) la morte della nonna, di 67 anni. Il fucile appartiene al padre del tredicenne: l’uomo era da poco tornato da una battuta di caccia. Sull’episodio, avvenuto nella casa della donna, indagano i Carabinieri.

Le indagini sono coordinate sostituto procuratore Rossella Maria Colella della Procura di Lagonegro. Gli inquirenti stanno verificando la posizione del ragazzino, per capire quali siano le responsabilità e perché tenesse lì il fucile. La salma della vittima è stata trasportata all’ospedale di Lagonegro in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria. L’arma e la casa in cui è avvenuto l’incidente sono state sequestrate.