La quarta generazione degli ZenFone di ASUS arriva sul mercato con una gamma di prodotti che cerca di soddisfare i bisogni di un pubblico vario, dall’amante della fotografia di qualità ai fan dei selfie e wefie, da coloro che cercano la connettività più veloce a chi invece preferisce una batteria a lunga durata, con 6 modelli cuciti su misura delle rispettive esigenze. Abbiamo avuto modo di vedere da vicino i nuovi ZenFone 4 durante l’evento We Love Photo, organizzato dal produttore taiwanese a Roma presso la “Nuvola di Fuksas” per presentarli al pubblico e alla stampa europea, con un’ottima prima impressione.

L’intera gamma di ZenFone 4 ha a bordo Android 7.1 (garantito l’update ad Android O) ed utilizza la nuova interfaccia ZenUI 4.0, con cui il produttore taiwanese promette di dare un taglio sostanzioso alle applicazioni preinstallate sul sistema, a tutto vantaggio di spazio occupato e velocità di esecuzione, oltre alla nuova funzionalità di TwinApps che offre la possibilità di eseguire una seconda istanza di alcune delle più celebri app Social e giochi senza dover ricorrere ad applicazioni esterne.

Lo ZenFone 4 Pro, il modello di punta, offre una scheda tecnica di tutto rispetto su cui troneggiano il comparto fotografico, che vede l’uso dei tre migliori sensori di Sony utilizzate nella doppia fotocamera posteriore ed in quella anteriore supportate dalla più recente generazione dell’ ISP (processore d’immagini) Qualcomm Spectra, e l’integrazione delle tecnologie di Qualcomm per la connettività Gigabit LTE e Multigigabit WiFi.

Scendendo nel dettaglio il nuovo flagship di Asus è dotato di un display da FullHD da 5,5″ AMOLED, SoC Snapdragon 835 (uguale a quello presente in tutti gli attuali top di gamma), 6GB di RAM e 64GB di storage estendibili, un corpo in alluminio – stampato mediante l’uso di nanotecnologie – rivestito fronte e retro in Gorilla Glass, batteria da 3600mAh, doppio altoparlante stereo certificato Hi-Res Audio, sensore per le impronta digitali e supporto Dual Sim (lo slot per la seconda sim è condiviso con la MicroSD, quindi l’uso di uno esclude l’altro); la fotocamera frontale da 8MP utilizza il sensore IMX 319 di Sony, con pixel da 1.4μm, con apertura f/1.9 e angolo di visione di 87°, mentre la coppia posteriore vede la principale da 12MP, dotata dell’IMX362, offrire un angolo di 83°, apertura f/1.7 e stabilizzazione ottica a 4assi, mentre la secondaria da utilizza il sensore IMX351 da 16MP per offrire uno Zoom ottico 2x e totale da 10x. Lo ZenFone4 PRO è in vendita nella colorazione Pure Black con un prezzo consigliato è di 899€,  allineato agli altri top di gamma sul mercato.

Lo ZenFone 4 si inserisce nella fascia medio alta del mercato, puntando ad offrire un’ottimo bilanciamento tra prestazioni e durata della batteria grazie all’ultimo arrivato della serie Snapdragon 600 di Qualcomm, il 630, senza dimenticare gli amanti della fotografia grazie alla doppia fotocamera posteriore, con lente grandangolare da 120° sulla secondaria. La scheda tecnica vede, oltre allo Snapdragon 630 già citato, 4GB di RAM, 64 GB di memoria, un display FullHD da 5,5″ Super IPS+, batteria da 3300mAh e, come il modello superiore, corpo in alluminio rivestito fronte e retro in Gorilla Glass, doppio altoparlante stereo certificato Hi-Res Audio, sensore per le impronta digitali e supporto Dual Sim. Il comparto fotografico vede al posteriore una fotocamera principale da 12MP (Sony IMX362) con apertura f/1.8, stabilizzazione ottica a 4 assi ed angolo di apertura di 83°, mentre la fotocamera secondaria, da 8MP, è dotata di lente grandangolare da 120°; sulla parte anteriore invece è presente una fotocamera da 8MP con apertura f/2.0 e angolo di visione di 84°. Lo ZenFone4 è in vendita con un prezzo consigliato di 499€ nella colorazione MidnightBlack.

Per gli amanti dei selfie arrivano ZenFone 4 Selfie e ZenFone 4 Selfie PRO, entrambi dotati di una doppia fotocamera anteriore (vedendone una singola invece al posteriore) capaci rispettivamente di scattare immagini da 20 e 24 Mega Pixel, con la fotocamera secondaria dotata di lente grandangolare con angolo di visione di 120° per facilitare i selfie di gruppo (o wefie). Lo ZenFone 4 Selfie è dotato di un display IPS da 5,5″ con risoluzione HD, utilizza lo Snapdragon 430, 4GB di RAM e 64GB di memoria, ha una fotocamera posteriore da 16MP ed una batteria da 3000mAh.

Lo ZenFone 4 Selfie PRO invece vede un display sempre da 5,5″ ma AMOLED e con risoluzione FullHD, utilizza il più potente Snapdragon 625,  la fotocamera anteriore principale utilizza il sensore Sony IMX362 da 12MP (il medesimo utilizzato per la fotocamera posteriore da ZenFone 4 e ZenFone 4 PRO) per ottenere mediante la tecnologia DuoPixel immagini da 24MP mentre sul posteriore è presente una fotocamera da 16MP dotata di sensore Sony, entrambe supportate dal SuperPixel Engine di Asus, restano invariate RAM, storage e batteria. Entrambi i modelli supportano l’utilizzo di due SIM (slot condiviso con la microSD sul PRO) e  le reti 4G. ZenFone 4 Selfie e Selfie PRO Arrivano sul mercato rispettivamente a 299€ e 399€ nella colorazione Deepsea Black

Gli ZenFone 4 Max sono dedicati a coloro che cercano uno smartphone con una batteria a lunghissima durata, e sono disponibili in due versioni: la prima dotata di una batteria da 5000mAh, SoC Snapdragon 430, 3 o 4GB di RAM associati rispettivamente a 32 o 64GB di storage, e display IPS da 5,5″ HD, la seconda vede una batteria da 4100mAh, lo Snapdragon 425, 3GB di RAM, 32GB di memoria ed un display da 5,2″ HD. Entrambi sono dotato di una doppia fotocamera posteriore (13MP principale + secondaria grandangolare a 120°) e fotocamera anteriore da 8MP, supportano due Sim con accesso alle reti LTE (il modello più piccolo può dare accesso alla rete 4G ad una sola sim alla volta) e possono essere usati come power bank per ricaricare altri smartphone grazie al reverse charging. Per ZenFone 4 Max i prezzi partono da 229€ per il modello da 5,2″ e da 279€ per quello da 5,5″.

La proposta di Asus sembra abbastanza interessante, ma abbiamo alcuni dubbi primo su tutti la scelta di utilizzare per la nuova famiglia di prodotti il nome ZenFone 4 che è appartenuto al modello economico della prima generazione di ZenFone, rischiando di generare confusione all’acquirente “inesperto” con due modelli con il medesimo esatto nome (prima generazione ed il modello con Snapdragon 630) sopratutto nel caso di prodotti “usati”; insolita anche la scelta di dotare il modello di punta (ZenFone 4 PRO) di un display FullHD quando tutti i concorrenti nella medesima fascia di prezzo montano solitamente display QHD.